Quanta acqua bere e perché fa bene ai muscoli

Sappiamo tutti che l’acqua è una sostanza importantissima per il nostro corpo. Non tutti, però, sanno che è indispensabile anche per sostenere il sistema muscolare. Qui ti spiegherò che relazione c’è tra muscoli e acqua e, insieme, capiremo quanta acqua bere ogni giorno per assicurarti una corretta idratazione. Un litro, un litro e mezzo, due o forse tre?

Un corpo idratato è un corpo in salute

Il tuo corpo è costituito per il 75-80% dall’acqua. Bere con regolarità durante la giornata è necessario per mantenere sempre bilanciato l’equilibrio tra liquidi in uscita e in entrata, senza correre il rischio di disidratarsi.

A cosa serve l’acqua? Ecco alcune delle sue principali funzioni:

  • facilita la digestione;
  • regola il volume cellulare e la temperatura corporea;
  • elimina le scorie metaboliche;
  • trasporta i nutrienti;
  • rende più elastica la pelle;
  • rafforza i muscoli.

Ecco spiegato perché bere tanta acqua è così fondamentale!

Acqua e tono muscolare

Come vedi, parlando di idratazione non ho potuto fare a meno di tirare in ballo anche i muscoli. Sapevi, infatti, che il loro tessuto è costituito per il 75% dall’acqua? Un sistema muscolare ben idratato è un sistema muscolare più efficiente, perché l’acqua:

  • aumenta l’elasticità e la tonicità dei muscoli;
  • ti aiuta a smaltire il cortisolo, il cosiddetto ormone dello stress che, quando in eccesso, indebolisce i muscoli;
  • mantiene le articolazioni lubrificate e agevola, così, l’azione muscolare.

Non solo, una buona idratazione previene anche i crampi muscolari, un disturbo molto frequente negli sportivi, negli anziani e non solo.

Quanta acqua si deve bere al giorno?

Molto spesso beviamo solo quando sopraggiunge lo stimolo della sete. Ma questo è un campanello d’allarme che ci avvisa che il nostro corpo è già a corto di acqua da un po’ di tempo. Bisogna anticipare la sete con una costante idratazione, quindi bere tanto e con regolarità. Tanto quanto? Non esiste una risposta definitiva, ma posso dirti che, in media, una persona che pesa 70 kg dovrebbe bere 1,5 litri di acqua al giorno, circa 8 bicchieri.

Prendi questa risposta con le pinze, perché il quantitativo di acqua che ti richiede l’organismo dipende da diversi fattori:

  • Peso corporeo. Con l’aumentare del peso aumenta il fabbisogno di acqua.
  • Stile di vita. Chi pratica sport deve bere molta più acqua rispetto a chi conduce una vita sedentaria.
  • Traspirazione della pelle. Chi suda molto deve bere di più.

Ricorda che la quantità di acqua che assumi non è pari solo a quella che bevi: fai rifornimento di liquidi ogni volta che mangi una mela, un’insalata o anche quando bevi una tazza di tè.

I sintomi della disidratazione

Ho detto che la sete è il campanello di “allarme disidratazione”, ma non è l’unico. Un corpo in carenza di acqua ti invia tutti questi SOS:

  • pelle poco elastica. Prova a pizzicare la pelle del braccio, se questa rimane grinzosa e non torna subito in forma significa che non è correttamente idratata;
  • debolezza;
  • crampi muscolari;
  • mal di testa;
  • stati confusionali.

Il mal di testa e gli stati confusionali segnalano già una fase di grave disidratazione. Per grave intendo una dispersione di liquidi pari a circa il 20%. È quello che accade, per esempio, a seguito di un colpo di calore.

Regole d’oro per non rimanere a corto di acqua

Non voglio obbligarti a tenere il conto di quanti bicchieri di acqua consumi durante la giornata. Bere non può certo diventare una ragione di stress! Voglio darti, però, alcuni consigli che ti aiuteranno a rispettare l’appuntamento con l’idratazione:

  • Sulla scrivania dell’ufficio non deve mancare una bottiglia di acqua. Sarà come un monito: “Ricordati di bere”.
  • Assicurati di avere una bottiglia piena d’acqua anche sul comodino. Quante volte ti svegli di notte con la bocca secca e, per pigrizia, non vai a bere?
  • Gli anziani avvertono poco il senso della sete, per questo rischiano la disidratazione. È utile puntare delle sveglie che suonino in determinati momenti della giornata per ricordarsi di bere.

Se vuoi posso suggerirti una “routine dell’acqua” da seguire. Ricordati di berne un bicchiere in questi momenti della giornata:

  • appena ti svegli;
  • a metà mattina;
  • prima di pranzo;
  • mentre mangi;
  • a metà pomeriggio;
  • prima di cena;
  • durante la cena;
  • prima di andare a letto.

Così avrai già totalizzato 8 bicchieri al giorno.

All’inizio lo avvertirai come una costrizione, ma sappi che, a poco a poco, bere con regolarità diventerà un atto spontaneo. Sarà semplice… come bere un bicchiere d’acqua.

P.S. Prenditi cura dei tuoi muscoli bevendo tanta acqua, con un’alimentazione sana e con la giusta attività fisica. E quando ti lanciano segnali d’aiuto, fermati, ascoltali e rispondi con la termoterapia.